Super Coppa Eccellenza,Programma, Linee Guida e Regolamenti aggiuntivi

luglio 16, 2020

Ecco il tabellone e il programma della Super Coppa Eccellenza (uscenti Play Off Eccellenza). Di seguito le linee guida e le regole aggiuntive per la ripartenza in sicurezza e la prevenzione e il contenimento del Covid-19

SUPER COPPA ECCELLENZA

SEMIFINALI:

Semifinale 1
Andata:  Sant’Ermte City- Asd Pardossi Calcio 97 2-3
Ritorno:Asd Pardossi Calcio 97 -Sant’Ermte City 3-8

Semifinale 2
Andata: Arci Visignano – Quelli del Circolino 6-2
Ritorno:Quelli del Circolino -Arci Visignano 1-7

FINALE: Lunedi 3 a Oratoio alle 22.00

Visignano – Sant’Ermte City 2-4

SANT’ERMETE CITY CAMPIONE DI SUPER COPPA ECCELLENZA

N.B.:Semifinali e Finale in caso di parità di reti alla fine dei due tempi regolamentari si disputeranno direttamente i tiri di rigore

REGOLAMENTO ACCESSORIO FASE FINALE IN VIRTU’ DELLE LINEE GUIDA PER LA PREVENZIONE E AL CONTENIMENTO DA SARS-CoV-2

Il il Settore Calcio a 7 Pisa Aics e il Comitato Provinciale Aics di Pisa in linea con quanto stabilito all’interno dell’ordinanza del Presidente della Regione Toscana n°70 del 02 Luglio 2020, fornisce le seguenti misure di carattere sanitario finalizzate alla prevenzione e al contenimento dell’infezione da SARS-CoV-2 in ambito sportivo (gara, allenamento) ritenute necessarie per consentire la ripresa degli sport di contatto e squadra, oltre alle misure contenute nelle linee guida accessibili a tutti e riportate di seguito in allegato, delibera le seguenti variazioni al regolamento esistente:

    • Accesso atleti:Gara delle ore 21.00 (programmazione sul sito alle 20.45): le squadre dovranno arrivare al campo tra le 20.20 e le 20.45 in maniera contingentata mantenendo il distanziamento fisico di almeno 1 metro. Alla fine della gara dovranno uscire dal campo nel minor tempo possibile mantenendo la distanza di almeno un metro. Ogni atleta deve avere la mascherina previo il non ingresso nell’impianto – Gara delle ore 22.00 (programmazione sul sito alle 22.00): le squadre dovranno arrivare al campo tra le 21.20 e le 21.45 in maniera contingentata mantenendo il distanziamento fisico di almeno 1 metro. Dovranno lasciare gli spogliatoi entro le 21.50 e posizionarsi nell’apposita area di attesa. Potranno entrare in campo in maniera da mantenere la distanza di almeno un metro sol quando le squadre della partita precedente saranno uscite. Alla fine della gara dovranno uscire dal campo nel minor tempo possibile mantenendo la distanza di almeno un metro. Ogni atleta deve avere la mascherina previo il non ingresso nell’impianto
    • Accesso agli impianti: saranno adottate tutte le misure previste dalle linee guide (rivelazione della temperatura, registro nominativi etc…)
    • Autocertificazione: le squadre dovranno presentare all’arbitro due note di gara debitamente compilate e le autocertificazioni compilate in tutte le sue parti dei singoli giocatori (vedi allegato)
    • Pubblico: non sarà consentita la presenza di pubblico in un numero tale da non garantire il distanziamento di almeno un metro. In caso di mancata osservanza di tale norma sarà sospesa la gara. Se non sarà possibile la gestione la gara sarà definitivamente conclusa con sconfitta a tavolino della squadra che ha rapporti con le persone no rispettanti la norma. Inoltre le persone che vorranno assistere alla gara dovranno sottoporsi alla misurazione della febbre, al registro nominativi e all’autocertificazione
    • Numero di atleti ammessi all’incontro: Sarà consentito l’ingresso in campo a un totale di 11 persone per squadra tra atleti e dirigenti.(di cui almeno un dirigente) Ogni atleta deve avere con se la mascherina da usare nei momenti di riposo.
    • Proteste: non sarà in nessun modo possibile avvicinarsi al direttore di gara o a altri atleti o dirigenti violando la distanza dei 2 metri per protestare o altro. Non saranno consentiti contatti al di fuori di quelli in azione di gioco tra dirigenti, atleti e direttore di gara. La violazione di tale norma prevederà l’espulsione diretta dei trasgressori fino alla sospensione della partita se non è possibile mantenere tale regola.
    • Sanzioni: la non osservanza di tali norme comporta la squalifica con pene da 2 a più giornate.
    • Liste Play Off (valide solo per le categorie Eccellenza e Dilettanti): sarà consentito sostituire un numero massimo di 3 giocatori giocatori tra infortunati o assenti per motivi inerenti al covid-19 ( ritorno alla propria abitazione fuoiri regione etc.). I nuovi tesserati non potranno aver disputato gare durante l’anno sportivo in corso in categorie superiori alla seconda categoria Ficg.
    • Nuovi tesserata: per tesserare un nuovo giocatore, essendo la sede chiusa per disposizioni Coni, valgono le seguenti modalità:Si dovrà contattare via whatsApp il numero 0507213525 (anche se è un numero fisso funziona su whatsApp ) indicando:nome squadra; nome e cognome giocatore, indirizzo di residenza, citta di residenzaAl momento del contatto saranno concordate le modalità di ritiro e pagamento
    • Costi: se si sceglie di tesserare un giocatore e far valere tale tessera solo per il mese di luglio il costo sarà di 2€ Se si sceglie di tesserare un giocatore e fa valere tale tessera fino al 1° dicembre (quindi anche per la prima parte della prossima stagione) allora il costo sarà di 3,50€
    • Per tutto il resto fa fede il regolamento del Calcio a 7 (clicca qui) e quello della fase finale (Clicca qui)

Oggetto: Linee-Guida per la ripresa dello sport di contatto e squadra

Il Comitato Prvinciale Aics di Pisa in linea con quanto stabilito all’interno dell’ordinanza del Presidente della Regione Toscana n°70 del 02 Luglio 2020, fornisce le seguenti misure di carattere sanitario finalizzate alla prevenzione e al contenimento dell’infezione da SARS-CoV-2 in ambito sportivo (gara, allenamento) ritenute necessarie per consentire la ripresa degli sport di contatto e squadra, in collaborazione con AICS Direzione Nazionale e in particolar modo con il Settore Calcio a 7 Pisa Aics

Tali misure potranno essere rimodulate in funzione dell’evoluzione dello scenario epidemiologico.

  • L’accesso alla sede dell’attività sportiva (sede dell’allenamento o della gara) potrà avvenire solo in assenza di segni/sintomi (es. febbre, tosse, difficoltà respiratoria, alterazione di gusto e olfatto) per un periodo precedente l’attività pari almeno a 3 giorni. Inoltre, all’accesso dovrà essere rilevata la temperatura corporea: in caso di temperatura > 37.5 °C non sarà consentito l’accesso.
  • Il registro dei presenti nella sede dell’attività di allenamento o della competizione sportiva (es. atleti, staff tecnico, dirigenti sportivi, massaggiatori, fisioterapisti, etc) dovrà essere mantenuto per almeno 14 giorni, nel rispetto della normativa sulla privacy.
  • Gestori e lavoratori non possono iniziare il turno di lavoro se la temperatura corporea è superiore a 37,5°C.

Relativamente alle ulteriori misure di prevenzione (comportamentali, igieniche, organizzative) si condivide quanto contenuto nelle “Linee Guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere” prodotte alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ufficio per lo sport, con particolare riferimento ai punti di seguito riportati, che sono stati integrati con quanto previsto nelle Linee Guida della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome per la riapertura delle  attività economiche, produttive e ricreative:

  • Adeguata informazione, comprensibile anche per gli atleti di altra nazionalità ;
  • Corretta prassi igienica individuale (frequente igiene delle mani con prodotti igienizzanti; starnutire/tossire evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie; non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani; non condividere borracce, bottiglie, bicchieri);
  • Mantenimento della distanza interpersonale minima di almeno 1 metro in caso di assenza di attività fisica e, per tutti i momenti in cui la disciplina sportiva lo consente, di almeno 2 metri durante l’attività fisica, fatta eccezione per le attività di contatto previste in specifiche discipline;
  • Regolare e frequente pulizia e disinfezione di aree comuni, spogliatoi, docce, servizi igienici, attrezzature e macchine utilizzate per l’esercizio fisico;
  • Tutti gli indumenti e oggetti personali devono essere riposti dentro la borsa personale, anche qualora depositati negli appositi armadietti.

Infine, in merito al ricambio d’aria negli ambienti interni, in ragione dell’affollamento e del tempo di permanenza degli occupanti, dovrà essere verificata l’efficacia degli impianti al fine di garantire l’adeguatezza delle portate di aria esterna secondo le normative vigenti. In ogni caso, l’affollamento deve essere correlato alle portate effettive di aria esterna.

Per gli impianti di condizionamento, è obbligatorio, se tecnicamente possibile, escludere totalmente la funzione di ricircolo dell’aria. In ogni caso vanno rafforzate ulteriormente le misure per il ricambio d’aria naturale e/o attraverso l’impianto, e va garantita la pulizia, ad impianto fermo, dei filtri dell’aria di ricircolo per mantenere i livelli di filtrazione/rimozione adeguati. Se tecnicamente possibile, va aumentata la capacità filtrante del ricircolo, sostituendo i filtri esistenti con filtri di classe superiore, garantendo il mantenimento delle portate.

Nei servizi igienici va mantenuto in funzione continuata l’estrattore d’aria. Inoltre:

  • gli oggetti toccati con più frequenza (es. corrimano, interruttori della luce, pulsanti degli ascensori, maniglie di porte e finestre, ecc…) devono essere igienizzati frequentemente e il materiale sportivo (es. palloni, casacche, panchine, porte da calcio, reti da pallavolo, canestri da basket, ecc…) quantomeno al termine di ogni utilizzo;
  • è caldamente suggerito di pianificare le attività per evitare sovraffollamenti (prenotazioni online, suddivisione in gruppi di numero limitato in relazione agli spazi, evitare sovrapposizioni di orari, ecc …);
  • l’accesso all’interno del centro sportivo è consentito 15 minuti prima dell’orario di prenotazione, in modo da evitare assembramenti nelle aree comuni; pianificare orari di ingresso e uscita scaglionati per limitare i contatti nelle zone comuni;
  • è obbligatorio l’uso della mascherina nel centro sportivo, prima di iniziare l’attività sportiva e subito dopo;
  • è vietato consumare cibo negli spogliatoi e nelle aree di svolgimento della pratica sportiva.

 

© 2016 Calcio a Sette Pisa